Design Archives - Vrik design style

Caterina Gildoni
Dicembre 14, 2017
AdobeStock_126996793_piccola-1280x853.jpg

Ci siamo! Mancano pochi giorni a Natale e le nostre agende sono fittissime di impegni. Aperitivi con le amiche per scambiarsi i regali, cene di lavoro con i colleghi e con parenti che vediamo poco nel resto dell’anno, chi più ne ha più ne metta.

Per non farvi trovare impreparate proprio il giorno di Natale e per non perdere tempo la mattina davanti all’armadio, tenete a mente questi consigli. Avrete un look curatissimo!

Per andare sul sicuro e sentirvi a vostro agio sia di giorno che di sera ed essere impeccabili per ogni occasione, andate su tre colori intramontabili: il nero, il rosso e il bianco.
In nero assicuratevi di avere : un paio di pumps a punta, in pelle o in vernice nera e stivaletti in suede allacciati. Un abito midi semplice o in pizzo, altrimenti con le maniche in tulle. Un bel paio di pantaloni a vita alta con le pinces che sono di gran moda in questo momento, altrimenti a palazzo o culotte, eleganti e comodi allo stesso tempo. Se vi piace o avete gusti semplici e allo stesso tempo sofisticati, optate per lo smoking. Una camicia in seta e un pullover con volant. Un blazer fluido, senza bottoni e una cintura morbida in vita. Una borsa a secchiello e una pochette con rifiniture in oro.

In rosso, il colore per eccellenza, delle feste, che dispensa gioia e amore invece sono un must: una gonna a tubino fino al ginocchio, in velluto o tartan. Un maxi pullover liscio e sobrio oppure con trecce o frange. Un cappotto doppiopetto o stile accappatoio avvolgente, altrimenti lungo e avvitato. Un abitino con o senza maniche, che riveste sia con i tacchi che con le scarpe basse. Evitate camicie o pantaloni total red. Una bella sciarpa scozzese, in cui sia il rosso la nuance predominante. Un paio di maryjane in velluto anche bordeaux, da riutilizzare in ufficio, con completi grigi o scarpe con tacco medio.

In bianco invece: una signora camicia. In seta, popoline, jersey, lunga o corta, non importa, basta che ce l’abbiate. Se la indossate spesso, acquistatene una con bel fiocco, una con le maniche con i volant, una impreziosita da perle e perline rigorosamente bianche, con scollo fluido, con frange, osate anche con piume sulla punta delle spalle o con le maniche a sbuffo. Non ve pentirete! I pantaloni total white non sono affatto estivi, quindi indossateli. I modelli culotte e a palazzo sono perfetti se dall’ufficio andate direttamente ad un appuntamento natalizio. Sono molto chic e raffinati. Si abbinano benissimo, soprattutto per la sera ad un dolcevita dello stesso colore, un blazer o una blusa. Gli accessori che risaltano di più questa tinta sono quelli in argento. Osate con questo tipo di look sulla forma degli orecchini, i modelli Vrik DesignFiocco di neve”, “Cubosfera” , “Goccia”, “Torchon”, “Pepita” e “Riflesso” lo renderanno unico.

Evitate i jeans, almeno il 25 o il 26 dicembre, anche se amate vestirvi casual. Non esagerate con lustrini, paillettes e perline a cui potrete dare ampio spazio nei giorni della fine dell’anno e in particolare nella sera e notte di San Silvestro, quando saluteremo l’anno 2017. Se non riuscite a farne a meno, usateli nel make-up per dare luce al vostro volto. Il buon gusto non va in vacanza durante le vacanze quindi non lasciatevi andare ad abiti troppo corti, molto scollati o troppo aderenti. Vale lo stesso per maglioni prettamente natalizi ovvero con renne, babbi o alberi di natale. Sono molto simpatici ma non molto adatti ad uscite con colleghi. Se trascorrete qualche ora con cugini, fratelli, sorelle e amici di vecchia data a giocare intorno ad un tavolo, metteteli!

 

Formato Immagini Blog@1x
Formato Immagini Blog@2x
Formato Immagini Blog@3x
Formato Immagini Blog@4x
Formato Immagini Blog@5x
Formato Immagini Blog@4x
GOCCIA BIANCO 1
PEPITA ROSSO
TORCHON BLU 1

 

 

Ricordatevi di dedicare del tempo alla tavola, leggete i consigli per avere una tavola perfetta!


Caterina Gildoni
Dicembre 6, 2017
1-1-1280x825.jpg

Avete già pensato a come apparecchiare la tavola per Natale? Ormai è alle porte, non fatevi trovare impreparati!

Manca poco più di un mese al periodo più magico dell’anno e sicuramente in molte case, soprattutto nel weekend, fervono preparativi. Oltre ai regali che con lo shopping online sono diventati uno spasso e all’albero di Natale, anche la tavola del 25 dicembre merita attenzione. Ci si
ritrova lì con parenti, zii e cugini che durante l’anno , presi da tanti impegni vediamo poco, che molto spesso fanno chilometri e chilometri per arrivare e trascorrere questo momento in famiglia.  I festeggia insieme, si mangia e si brinda con emozione e gioia.

Seguite questi 7 consigli per avere una tavola di Natale con i fiocchi.

1. Siete ancora in tempo per mettere da parte barattoli di vetro, quelli dei legumi, dei sughi e delle marmellate, che usate tutti i giorni. L’ideale sarebbe averne di diverse misure, per creare dinamismo e movimento. Se non ne avete, andate dalle vostre nonne, ne avranno una grande
scorta in dispensa, da brave cuoche (chi cucina meglio di loro?). Vi serviranno come originali porta candela. Potreste decorarli con dei nastri o semplicemente riempirli di riso e glitter, prima di inserire le candele. Mettetene tanti in tavola, deve essere luminosa!

2. Scegliete con cura tovaglia e tovaglioli. Bianca, damascata o color champagne se avete in mente un addobbo classico e raffinato, altrimenti rossa o se volete osare color oro. Dato che i quadri british sono di gran moda, potreste optare per una tavola scozzese. Farete un figurone!

3. Natale è una grande festa quindi è l’occasione giusta per usare il servizio più bello, che di solito tenete sotto chiave, di porcellana finissima e di pregio , che appartiene alla vostra famiglia e avete ricevuto in dono per il vostro matrimonio  o che avete scelto inserito con cura nella lista
nozze. Hanno spesso delle decorazioni in oro, platino o argento, colori che caratterizzano da sempre il Natale. Più che perfetti!

4. Fate attenzione a come apparecchiate. Il galateo suggerisce queste semplici regole di Bon ton.  Al centro posizionate il piatto: alla sua sinistra la forchetta e a destra il coltello, con la lama verso l’interno. Il cucchiaio va a destra del coltello, mentre il cucchiaino da dessert in alto, in senso
orizzontale rispetto al piatto. Semplice vero? La grazia elegante del galateo renderà composto e indimenticabile il vostro Natale. Ricordatevi che non bisogna mai incrociare le posate sporche, basta allinearle sul piatto una di fianco all’altra. I piatti si tolgono da destra e sostituiscono da
sinistra con un piatto pulito e nuove posate, portate al tavolo sopra un piatto.

5. Il tovagliolo può essere in pendant e con la tovaglia o anche diverso. Se ci sono dei bambini, per loro potreste optare per quelli di carta colorati e decorati con i classici . Per i grandi utilizzateli di stoffa.  Potreste legarlo con un campanellino oppure con un pezzetto di abete e bacche rosse. Per personalizzarlo in modo unico inserite un piccolo cartoncino con il nome di ciascun commensale, in modo che possa trovare facilmente il suo posto a tavola.

6. Come centrotavola vi suggeriamo di preparare una bella ghirlanda, che abbia al centro una candela rossa, fatta da piccoli rami di abete, nastri di raso rosso, rami di cannella, fette di arance essiccate. Oppure una ghirlanda di pigne, che potete unire con la colla a caldo, una volta
appoggiate ad un cartoncino, bacche rosse, nastri di velluto ed erbe aromatiche. Se siete brave a cucire, potreste realizzare anche dei cuori o stelle di stoffa.

7. Non dimenticatevi di fare un piccolo ma prezioso dono per coccolare i vostri ospiti. Per tutte le donne della tavola di Natale vi consigliamo i nuovissimi orecchini “Fiocco di Neve” firmati Vrik Design. La loro confezione, una sfera trasparente, può essere riutilizzata anche come decorazione per l’albero. Se li indosserete tutte insieme, potrete anche vantarvi con le vostre amiche di aver organizzato perfino una festa tema!

 

Formato Immagini Blog@1x
Formato Immagini Blog@2x
Formato Immagini Blog@3x
Formato Immagini Blog@4x

 

Se non avete ancora deciso cosa dove andare a sciare non perdetevi i posti più belli del 2018 


Caterina Gildoni
Novembre 28, 2017
Sciare-icona-2-1-1280x640.jpg

Se non vi siete ancora organizzati per il ponte dell’ Immacolata che inaugura per molti la stagione sciistica ma siete stanchi delle solite piste è il momento giusto per scoprire paesaggi nuovi.

Il freddo pungente di questi giorni vi ha fatto già venire voglia di sciare? Vi serviranno un biglietto aereo, una valigia grande e capiente, una tuta robusta, una bella sciarpa, guanti caldi e sotto il casco un bel paio di orecchini Vrik Design.

Siete pronti? Stiamo per partire per…l’ America, il Giappone e l’ Afghanistan!

Sciare in America
Dovete sapere che da Milano Malpensa e da Roma Fiumicino l’American Airlines ha predisposto voli che collegano l’ Italia al Colorado con scali singoli di poche ore. Per cui potrete scegliere di raggiungerlo facilmente. Durango, detto anche “ Purgatory” dalla gente del posto, è  particolarmente adatto se avete famiglia o bambini piccoli, con ben 85 piste . Vail invece è il luogo perfetto se vi piace lo snowboard, le sue 193 piste sono baciate dal sole 300 giorni l’anno. Ad Aspen potrete concedervi coccole di lusso, circondati da ogni tipo di comfort. A Breckenridge, dopo aver testato impianti modernissimi, vi attende una vita notturna vivacissima. Avete mai sentito parlare della “Champagne Powder” ? E’ la neve sofficissima e polverosa dello Steamboat Springs, assolutamente da provare.
Per liberare la mente dal caos della città lasciatevi catturare dalle località sciistiche del Montana . Ci sono di solito pochissime persone ma tantissimi percorsi da provare, non solo con gli sci ma anche seduti su una slitta trainata da cavalli o cani. Lo Hylite Canyou permette a chi lo  esidera, perfino di cimentarsi con arrampicate sul ghiaccio! A Big Sky poi non manca mai la neve, di solito le precipitazioni nevose raggiungono i 10 metri. A proposito di ghiacchio, recatevi in Alaska , precisamente ad Anchorage per sciare in una delle 68 piste di ultima generazione.
Per respirare a pieni polmoni, aria pura, in un paesaggio sempre soleggiato andate in Utah, nel complesso di Park City Mountain, The Canyons o Deer Valley, si dice che ci sia la migliore neve (farinosa e bianchissima) al mondo!
Solo se siete sciatori veramente esperti mettetevi alla prova nelle discese mozzafiato del Killington, in Vermont. Godrete di scorci meravigliosi, nella vetta migliore per lo sci, di tutto il paese. Mettete in valigia, per questo viaggio, un paio di “cubosfera” bianchi, vi sentirete in simbiosi con ogni angolo di questi luoghi.

Sciare in Giappone
Dagli anni ’50 del secolo scorso ad oggi, in questo paese sono state realizzate ben 600 stazioni sciistiche. Le nevicate infatti sono numerose e la qualità della neve è molto adatta allo sci. Le prime erano quasi a conduzione familiare, molte piccole e attrezzate con mezzi di fortuna, oggi invece sono dotate di impianti moderni ed efficienti. Si trovano per lo più nell’isola di Hokkaydo e di Honshu. A Niseko, c’è sempre tanta neve farinosa, si può sciare anche di notte e ci sono impianti di risalita bellissimi. Si dice che gli abitanti del posto siano molto ospitali e parlino perfettamente inglese, cosa rara in Giappone. A Furano ci sono piste lunghissime, adatte a sciatori stacanovisti, a Teine Sapporo che ospitò i giochi olimpici nel 1972, le più ripide e

difficili, ad Hakuba con lo snowboard il divertimento è assicurato. Non sottovalutate che oltre a sciare in queste località, potrete mangiare sushi a volontà e ramen per scaldarvi, per poi ristorarvi con un bel bagno nei famosi onsen : il relax è garantito. Una settimana è poca, potreste farne due, una da sciatori e l’altra da turisti, alla scoperta della cultura nipponica, unica e affascinante. Se per quest’anno non ve la sentite di rompere il salvadanaio per questo viaggio, continuate a risparmiare per il prossimo inverno. E’ vero, non sono posti a buon mercato (anche se ultimamente i prezzi sono diminuiti )ne vale veramente la pena e acquistate un paio di “Clessidra” bianchi, dallo stile orientale, minimal ed elegante!

Sciare in Afghanistan
In un paese come l’Afghanistan ,dove devastazione e lotte intestine sanguinose sono all’ordine del giorno, c’è altrettanto desiderio di cambiamento e di rinascita. Questa aria si respira non lontano da Kabul, a 125 chilometri, nel cosiddetto paradiso degli sciatori: a Bamiyan (2500m). Per raggiungerlo non dovrete farvi scoraggiare da polveri soffocanti e mulattiere mal messe, la neve è bellissima. Il paesaggio è tra i più suggestivi al mondo, tra montagne e deserto. L’inverno qui è gelido e le temperature raggiungono anche -10°. Copritevi bene!
Da sei anni, di solito nel mese di marzo si svolgono a Bamiyan i campionati nazionali di sci, che coinvolgono di anno in anno sempre più sciatori stranieri. Non esistono cancelletti di partenza, né impianti di risalita, le strutture sono semplici e poco attrezzate, ma si scia con tanto  ntusiasmo e con tanta gioia, per combattere e mettere fine alla violenza e alle guerre. È stato un giornalista svizzero, Christoph Zuercher a intravedere per primo tanta bellezza nelle montagne afghane e ad iniziare a valorizzarle. Ha creato infatti una scuola di sci, alla quale potreste iscrivervi, nel vostro soggiorno e se siete abili sciatori potreste mettervi dalla parte dei maestri per insegnare qualche trucchetto e qualche tecnica agli abitanti del luogo, molti di essi sono molto poveri.
È infatti anche a causa della povertà che questo luogo sta sbocciando piano piano, ma niente paura e non esistono minacce talebane in queste montagne. Perché non provare a sciare completamente immersi nella natura, con il solo aiuto dei vostri sci e con i “Pepita ” bianchi all’orecchio?

 

Formato Immagini Blog@1x
sciare
3
2
1

 

 

Non perdetevi i  https://blog.vrikdesign.com/autunno-inverno-10-must-have-da-non-perdere/


Caterina Gildoni
Novembre 21, 2017
I-colori-dellautunno-1280x853.jpg

Se vi siete già concesse qualche pomeriggio di shopping in attesa del prossimo black Friday o avete osservato le vetrine dei negozi, vi sarete accorte che i colori non sono andati in letargo, anzi.

I colori sono i protagonisti assoluti di questo Autunno-Inverno. Se siete un po’ pigre la mattina per vestirvi, non preoccupatevi: il total look mono color è di super tendenza quindi ci impiegherete un attimo per prepararvi e in ufficio farete un figurone. Osate di più nel weekend, optando per fantasie floreali, a pois o a righe.

1. Rosso: è da sempre il colore dell’amore, della sensualità, dell’eleganza e della regalità. Anche per questa stagione si conferma un must ! Indossandolo non passerete di certo inosservate e inizierete a scaldare il cuore per il Natale che sta per arrivare.
2. Bianco o ancora meglio total white: non abbiate paura di sembrare la donna delle nevi e non sentitevi fuori luogo a uscire di casa vestite di bianco. Anche quest’anno è un colore di super tendenza, soprattutto per la sera o per serate importanti. È chic e rende il look molto ricercato, fine e raffinato.
3. Blu: se trascorrete tante ore in ufficio e post lavoro vi capita di avere cene, aperitivi o impegni che non vi permettono di passare a casa a cambiarvi, scegliete il blu. È adatto sia di giorno che di sera e sostituisce in toto il nero, di cui abbiamo sempre l’armadio pieno. È tempo di cambiare!!
4. Viola: vorreste osare ma non troppo? Scegliete questa tinta. Sta bene sia alle more che alle bionde, sia alle magre e alle più rotondette e vi aiuterà di certo a combattere il grigiore di alcune giornate uggiose. Non sottovalutatelo!
5. Rosa Cipria: è il colore ideale per donne delicate e dolci, dal viso angelico e di carattere pacato e tranquillo. Non ne possono fare a meno le inguaribili romantiche e le sognatrici ad occhi aperti.
6. Azzurro cielo: se avete ancora gli occhi pieni di mare, sole e passeggiate a piedi nudi sulla spiaggia e avete nostalgia dell’estate, la rivivrete con questa tonalità. Intensa e abbagliante, da abbinare con tinte complementari ma anche con colori a contrasto.
7. Verdi: attenzione, non verde! Il greenery è il pantone più gettonato e alla moda di quest’anno con il verde petrolio e il verde bandiera. Brillanti e intensi donano un tocco di personalità al vostro outfit. Un blazer in velluto, un abito in seta o una giacca lunga in tweed con bottoni di perle, saranno un vero e proprio passepartout.
8. Bordeaux: degno sostituto del nero, a metà tra il rosso e il viola, è perfetto per le sere d’autunno. Indossatelo sorseggiando un buon bicchiere di vino, da cui prende il nome. Le sfumature di questo colore vi porteranno con la mente nei meravigliosi paesaggi autunnali di questa stagione. Intramontabile nuance per avere sempre unghie perfette e in ordine.
9. Cammello: è il colore dei cappotti. Estremamente versatile, è ideale sia per il tempo libero che per il lavoro, trattasi di un vero e proprio evergreen. Super cool anche nello street style, easy ma chic.
10. Giallo curry: è un colore dal sapore esotico. Lo potreste trovare nei mercati dei paesi orientali dove vendono spezie. Forte e deciso, trasmette energia e positività. Se lo fissate per più di qualche minuto, vi sembrerà di sentirne anche il profumo.

 

Scoprite questi colori anche negli orecchini firmati Vrik Design: cubosfera e torchon.

cammello
giallo curry
outfit blu
total look white
verde petrolio

 

 

AUTUNNO, in giro per il mondo …


Caterina Gildoni
Novembre 6, 2017
Cappa-British.jpg

La stagione Autunno Inverno è entrata nel vivo! Se avete seguito i nostri consigli, avrete sicuramente sistemato armadio e vestiti e avrete notato che l’autunno sta colorando sempre di più le giornate.

Per non essere impreparate, prendete nota di questi capi che non possono assolutamente mancare nel vostro guardaroba e che renderanno unici i vostri outfit autunno inverno.

1. Il bomber: verdone o nero è il new blazer. Non riuscirete a separarvene, una volta che lo indosserete. Perfetto sia di giorno che di sera. Calza a pennello se abbinato con i pantaloni, sia eleganti che sportivi. Iniziate ad usarlo anche in ufficio, sopra ad una bella camicia bianca. Ve lo invidieranno tutti.
2. La cappa: color cammello o nera, è il capospalla di questa stagione. Sostituisce il cappotto di .E’ avvolgente ed elegante. In puro cashmere in tinta unita o in tartan taglio uomo, nelle grigie mattinate invernali che ci attendono, vi farà sentire belle e affascinanti, come le principesse e le dame, in sella al loro cavallo.
3. Il giacchetto di jeans: è da sempre un evergreen dei nostri armadi. Almeno uno ne avrete o ne avrete avuto. Se lo avete messo via durante il cambio di stagione, correte a ritirarlo fuori. Avete ricevuto inviti per serate importanti e che richiedono come dress code l’ abito da sera, smanicato, con le spalline fine o a manica corta e temete di avere freddo? Niente paura. Se lo abbinerete al giacchetto di jeans, farete un figurone. Assicuratevi però che non sia troppo lungo o molto classico. Quello perfetto è trattato e decolorato. Personalizzatelo con delle spille.
4. Pullover (molto over): maglioni over size e da montagna, in tinta unita o in fantasia sono di super tendenza. Caldi, morbidi e spessi, possono essere utilizzati al posto delle giacche, sopra a gonne plissettate (intramontabili!) , a tubino o ad abiti aderenti. A righe o a quadri british con abitino nero, non passerete di certo inosservate.
5. Scarpe rosse: stivali bassi, ankle boots o sandali rossi come le scarpette della dolce Dorothy de Il Mago di Oz , non possono mancare per oufit pieni di passione , amore, di trepidante attesa del Natale (arriverà in un batti baleno!), grinta e determinazione.
6. Orecchini diversi: mix and match è la parola d’ordine del mondo dei bijoux. Uno lungo e uno corto, di colori diversi, di stili diversi, uno piccolo e uno grande. Sdoppiate , sdoppiate, sdoppiate! Se avete diverse paia di orecchini Vrik Design, indossate Riflesso Halloween con pepita, Cubosfera con Torchon, Goccia con cuore.
7. Mule: lo scorso inverno ne avrete acquistate di certo un paio se siete fashion victim. Se non lo avete fatto, non perdete altro tempo e comprate anche qualche paio di calzini in lana calda e pesante: sono l’abbinamento più in voga del momento.
8. Abitini, giacche, camicie a fiori: dopo essere stati i protagonisti assoluti della scorsa primavera/estate, insieme a foglie e fenicotteri, si confermano trendy anche per questa stagione. Optate per il capo che preferite purché ricamato con fiori, con fiori applicati o stampati. Un salvagente unico nelle fasi critiche del non ho niente da mettere!
9. Abitini monospalla: dopo l’off-shoulders primaverile , la nuova moda per essere glamour, è scoprire una sola spalla giallo o rosso, in denim o in pelle.
10. Multi bag: non bastano più le double bag, devono essere almeno tre. A pois, in pelliccia, di tweed o laminate, purchè colorate.

 

Cappa British
Cappa tartan
mule shoes
multi bag 1
Multi bag
pullover e gonna
scarpa con calzino
stivaletti rossi
stivaletto rosso

 

Non perdetevi le sfumature d’autunno inverno……e scoprite le tecniche per un perfetto Cambio Armadio


Caterina Gildoni
Ottobre 17, 2017
Copertina-1280x800.png

Siamo arrivati all’autunno. In questa stagione la natura regala ai nostri occhi colori, profumi e odori unici, che ogni anno attendiamo e che sicuramente, negli anni della scuola, siamo stati educati ad osservare.

Ad ognuno di noi è capitato che la maestra chiedesse in autunno di raccogliere le foglie cadute in giardino, per farne cartelloni o per appoggiarle semplicemente sui fogli per ricalcarne con la matita le forme. Sono gli alberi di latifoglie quelli dalle foglie larghe, per essere precisi, i protagonisti del foliage. Si tratta di un evento di trasformazione del tutto spontaneo e ordinario, di cui la natura è protagonista e che assomiglia però ad un evento straordinario, uno spettacolo meraviglioso.

Siete pronti a indossare scarpe comode, una bella sciarpa per ripararvi dai primi venticelli freschi, zaino in spalla, macchina fotografica e orecchini firmati Vrik Design?

In America in questi giorni è foliage mania, per ammirare i più bei paesaggi che abbiate mai visto e respirare a pieni polmoni, immersi nella natura. Avete presente il paesaggio d’autunno al crepuscolo di Van Gogh? Il foliage nel mondo è magico e affascinante come ogni pennellata di quell’opera d’arte. È una esplosione di cromie che vanno dal verde, al giallo, all’arancione, al rosso, al marrone e ogni tanto al viola e al prugna, piene di sfumature.

Noi italiani siamo fortunati, perché possiamo stare facilmente al passo degli americani, recandoci in Liguria. In provincia di La Spezia al Parco delle Cinque Terre con 120 chilometri di sentieri si possono ammirare le tinte delle foglie di limoni argentee ,il verde degli olivi e i colori accesi e vivaci dei filari delle viti e dall’alto il blu del mare, di cui già in autunno si ha nostalgia. Se opterete per questa gita autunnale, non potrete fare a meno di indossare gli orecchini “Clessidra”, la cui forma è simile ad una foglia allungata e al tempo stesso, ad un’ onda del mare, di cui specialmente in autunno, si ha nostalgia.

AUTUNNO

Tra Genova e Savona invece si trova il Parco naturale regionale del Beigua. È caratterizzato da una distesa di alti faggi dalle foglie verde scuro. Qui potrete godere passeggiando, anche di una bella arietta fresca e frizzante, tipica delle faggete, come quella del Parco dell’Antola , in cui il foliage diventa ancora più suggestivo: si riflette nel lago del Parco, il più grande della Liguria.  Al Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra vi faranno compagnia roverelle e cerri e altre caducifoglie, dalla corteccia grigio bruna che permette alle foglie di essere ben in vista in tutto il loro splendore. È il modello “Riflesso” di colore verde bosco che fa per voi, per rendere unica la vostra esperienza in questo parco.

AUTUNNO

Nel cuore dei Pirenei, nella regione dell’Aragona, in Spagna e precisamente al Parco dell’Ordesa, in cui scorre il fiume Arzas, ci sono quasi 1500 varietà di piante che potrete scoprire con camminate lunghe anche otto ore nelle decine di chilometri da percorrere. Iniziate con il sentiero più famoso , il Circo di Soasa, poi lasciatevi guidare dai profumi e dalle venature delle foglie di querce, faggi, frassini, farnie e betulle. Vi rapiranno e dimenticherete ogni fatica. “Goccia Legno” è il modello firmato Vrik Design che si addice di più a questo luogo e vi farà sentire in simbiosi con la natura.

AUTUNNO

 

Organizzate un bel viaggio in America, se potete. La prima tappa per un foliage d’eccellenza dovrebbe essere il Vermont, ovvero lo “stato della montagna verde” nella regione del New England che conoscerete anche per il succo d’acero, quello dei pancakes! Guidare lungo le nove scenic byways è una esperienza da provare almeno una volta nella vita. Significa trovarsi in mezzo a file lunghissime di alberi in cui il giallo, l’arancione e il rosso si sostituiscono, prima timidamente poi in toto, al verde del Vermont.
La seconda invece il Maine, la terra di Stephen King, in cui sono ambientati qui la maggior parte dei suoi romanzi.
In autunno i boschi di questo stato diventano una esplosione di colori . Il rosso e marrone, delle foglie degli alberi decidui ogni anno attira migliaia di persone.
Tutto questo è reso possibile grazie al perfetto clima di questo luogo, con giorni freschi e soleggiati e notti senza gelature, cosa che nel Maine in autunno accade normalmente.
Non vi resta che mettere in valigia un paio di “Torchon” arancioni, un paio rossi e per il secondo step “Pepita “ rossi, arancioni, gialli e marroni e scattarvi un selfie vicino ad uno dei mille alberi che vedrete.. vi sembrerà il più bell’albero del mondo!

TORCHON BORDEAUX
TORCHON AMBRA
PEPITA SENAPE
PEPITA ROSSO
PEPITA BORDEAUX

Caterina Gildoni
Ottobre 9, 2017
cambio-armadio-1280x970.jpg

L’autunno è arrivato, le giornate cominciano a essere più corte e anche più fredde, quindi prima che arrivino venti gelidi e nebbia (i mattinieri sanno che non mancherà molto!) bisogna darsi da fare per il cambio armadio, togliendo vestini e sandali.

cambio armadio! Per chi non ha la cabina armadio come quella di Carrie di “Sex and the City” o una casa grande è un momento difficile! Spesso si rimanda e ancor più spesso capita che se si chiede aiuto, tutti scappino a gambe levate. È faticoso, richiede tanto tempo, pazienza e molta organizzazione. Niente paura, con questi semplici consigli sarà uno spasso fare il cambio armadio.. anche se lo affronterete senza aiutanti.

1. Il giorno prima di quello del fatidico cambio preparate una corposa playlist musicale sul vostro smartphone: inserite canzoni allegre, melodie orecchiabili, artisti grintosi e i vostri brani preferiti. Vi serviranno per ricaricarvi e farvi compagnia.
2. Prima di iniziare armatevi di pazienza, vestitevi comode, programmate cosa farete post cambio per attendere con piacere quel momento e non demoralizzarvi perché i vestiti sono troppi e non entrano nell’armadio, anche se l’anno prima ci stavano!! Datevi un tempo, in modo che questo incubo possa avere un inizio e una fine.
3. Se ci sono capi che durante tutta la stagione invernale precedente non avete mai indossato è il caso di toglierli. Se ne avete alcuni a cui siete affezionati e che non avete intenzione di farli passare a miglior vita, lasciateli da parte e destinateli alla scatola dei ricordi. Badate bene: non tutto ci può entrare! Solo i capi che hanno segnato qualche momento importante della vostra vita, del resto si sa i ricordi si portano nel cuore.
4. Eliminate gli abiti rovinati, infeltriti, sbiaditi o che hanno perso la loro forma. Non esitate a individuare o quelli fuori moda e con tagli del tutto passati. Tanto non li indosserete!
5. Mettete in bella vista e a portata di mano i capi basic. Camicia bianca, un bel paio di jeans, una t-shirt bianca, un blazer nero e un vestitino nero. Se quelli che già possedete vi sembrano un po’ logorati, ricomprateli al più presto. Sceglieteli di buona qualità, dato che sono i salva outfit per eccellenza e vi accompagneranno per tutta la vita!
6. Togliete tutto ma proprio tutto dall’armadio per organizzare al meglio lo spazio che avete a disposizione. Prima di riempirlo di nuovo sarebbe bene avere in mente dove mettere cosa e come.
7. Sul come abbiamo un consiglio prezioso: organizzatelo per colori e per tipologia, non rimarrete delusi e ritroverete tutto rapidamente. Sfoggerete tantissimi nuovi outfit.
8. Raggruppate pantaloni con pantaloni, maglioni con maglioni e così via, mettete vicine le tonalità di colore che si somigliano di più creando delle zone di colore. Separate i capi in tinta unita da quelli in fantasia. Partite dai colori scuri, dal nero per intenderci, per passare poi al blu, poi grigio, viola e azzurro , i colori freddi, a cui potete accostare quelli caldi che anche in inverno non devono mancare.
9. Sistemate con cura anche le vostre sciarpe e foulard, cappellini e guanti, sono parte integrante del guardaroba. Metteteli il più possibile vicini ai cappotti, in modo che la mattina, prima di uscire di casa, ancora insonnoliti, possiate scegliere quelli più adatti al vostro abbigliamento in un battibaleno.
10. Da ultimo, ma non di certo per importanza, vi suggeriamo di dare una riassettata anche ai vostri gioielli, in particolare alla bigiotteria. Fate attenzione e sistemate con cura collane, bracciali, anelli e orecchini. Se siete fortunati e ne avete qualche paio firmato Vrik , potrete usarli anche nei mesi autunnali ed in inverno, perfino sulla neve! Divideteli per colore e tipologia. Da una parte mettete quelli a lobo, dai più piccoli ai più grandi, dai colori pastello a quelli più forti. Dall’ altra quelli più lunghi e lasciate per ultimi quelli con le forme più strane, in modo da averne uno per ogni outfit.

cambio di stagione sos
vrik orecchini

Con questi dieci consigli fare il cambio armadio sarà sempre più semplice… e se avete in programma ancora qualche weekend al mare ricordatevi di leggere “La valigia del weekend: istruzioni per l’uso“!


Caterina Gildoni
Luglio 27, 2017
Scoglio-san-Leonardo-1280x1099.jpg

Ogni anno tra la fine del mese di Aprile e i primi di Maggio viene stilata la classifica della spiaggia più bella d’Italia. Molti avranno già deciso, scelto e programmato le vacanze dettagliatamente, ma i ritardatari non mancano mai. Se fate parte di chi si muove last minute e non avete le idee chiare, date un’occhiata alle 10 spiagge più belle d’Italia.

Rimarrete affascinati e probabilmente sarete più confusi ma come si dice, anche “l’occhio vuole la sua parte”, quindi non temete, troverete la più adatta a voi e al vostro relax  e… prima di partire acquistate gli orecchini firmati Vrik Design, che più rappresentano la vostra estate e soprattutto la vostra spiaggia. Sarete protagonisti di un’estate da sogno a spasso tra Sicilia, Sardegna, Liguria, Campania e Calabria!

  1. La più bella è lei, la Spiaggia dei Conigli di Lampedusa, che vanta anche il titolo di quinta a livello europeo ed è l’unica italiana nella classifica mondiale. È protetta dalla Riserva naturale dell’Isola di Lampedusa. Vi incanterà con la sua spiaggia chiarissima e l’acqua cristallina, che ospita pesci e le uova delle tartarughe Caretta Caretta, una rara meraviglia, minacciata di estinzione a causa della atropizzazione delle coste. In questo paradiso indossate i nuovissimi “Pesce Perla” blu per sentirvi in simbiosi con gli animali marini della spiaggia. A clip americana con cabochon in vetro e pendente in pla, sono leggerissimi e bellissimi. Renderanno il vostro relax unico!
    Spiaggia dei Conigli
    PESCE PERLA BLU 1
  2. Siamo in Sardegna, precisamente a Cala Mariolu, Baunei. La conoscerete di sicuro ma non saprete forse che prende il nome dalla foca monaca che trascorreva qui le sue giornate, rubando sempre pesce dalle reti dei pescatori. Per questo motivo veniva chiamata “mariolu”, ladra appunto. Se la raggiungete in barca fate una sosta alla stupenda grotta Fico, se siete a piedi vi imbatterete su una sabbia dal colore rosato, mista a sassolini e in acque trasparenti. Non dimenticate gli orecchini “Clessidra” rosa, che nelle forme ricordano un po’ la fisicità di una foca.
    Cala Mariolu
    CLESSIDRA ROSA ANTICO 1
  3. Per la terza classificata rimaniamo sempre in Sardegna e vicino a Cala Mariolu, esattamente a Cala Gozorite. Se avete la barca scendete! Si raggiunge questo luogo solo a piedi e dopo una intensa camminata. Se siete appassionati di free climbing questa cala fa per voi, ha un pinnacolo di 140 metri!! Qui roccia e mare si fondono, dando vita ad un vero e proprio monumento naturale mozzafiato. Quindi zaino in spalla, scarpe comode e “ricci” alle orecchie! Con le scarpe chiuse sarete più protetti nel caso in cui vi doveste imbattere su quelli veri, infatti amano gli ambienti rocciosi.
    Cala Gozorite
    RICCIO VERDE 1
  4. Ci spostiamo in Sicilia, precisamente a Favignana, che fa parte delle isole Egadi. Gli scogli piatti e il mare trasparente di Cala Rossa vi conquisteranno, a tal punto che ne sentirete la mancanza al ritorno a casa. Se vi affascina il mondo delle rocce, edile e architettonico, non dimenticatevi di dare un’occhiata alle cave di tufo e portate con voi, le “stelle marine” rosse! Sarete in perfetta sintonia con questo eden.
    Cala Rossa
    STELLA3 (1)
  5. Chiudete gli occhi, immaginate una spiaggia bianca, acqua cristallina e i colori della macchia mediterranea. Riapriteli: siete a Stintino, a “La Pelosa”, in provincia di Sassari. Dopo aver ammirato tanta meraviglia, visitate anche l’isolotto che vedete in lontananza di fronte a voi e la sua Torre aragonese, che risale al 1500, in Sardegna ce ne sono diverse. Servivano per difendere le coste erano un sistema di comunicazione tra esse. Gli orecchini Vrik Design che si addicono di più a questa terra, sono il modello “torchon”. È disponibile in 16 diversi colori, tra i quali spiccano il blu, il celeste e il bianco.
    La pelosa
    TORCHON BLU 1
  6. In questi mesi abbiamo visto fenicotteri ovunque, perché non andare a Porto Giunco, a Villasimius, in provincia di Cagliari. Nello stagno di Notteri, c’è il regno di fenicotteri. Si tratta di un laghetto di acqua salata, ambiente ideale per questi uccelli. Riguardo la spiaggia, è fatta solo di sabbia chiarissima, lambita da mare azzurro. Scegliete “riflesso” color rosa per questo posto, i fenicotteri sono soliti riflettere la loro immagine sul lago.
    Porto Giunco
    PEPITA ROSA ANTICO 1
  7. Per la settima classificata ci dirigiamo in Liguria, a Sestri Levante, alla “Baia del Silenzio”. Le tinte pastello delle case dei pescatori vi ruberanno il cuore, specialmente se ve la godrete in barca. I borghi limitrofi sono ricchi di storia e cultura: incantevoli. Indossate “Goccia” per essere stilose anche in vacanza.
    baia del silenzio
    GOCCIA BIANCO 1
  8. Eccoci in Campania, nel Parco nazionale del Cilento, in provincia di Salerno. “Cala Bianca” a Marina di Camerota, è patrimonio dell’Unesco. La vegetazione qui è folta e rigogliosa, l’acqua limpida e la spiaggia ciottolosa chiara chiara. “Margherita” è l’orecchino ideale, del resto in questo parco non mancano fiori. Ci sono le primule di Palinuro, la Statice salernitana, la Campanula napoletana e la bellissima Ginestra del Cilento.
    Cala Bianca
    BIANCO 01
  9. Siamo in Calabria, per la precisione a Tropea, la regina della costa tirrenica, in provincia di Vibo Valentia. La riconoscereste tra mille, la spiaggia della “Rotonda”, con il suo scoglio di “San Leonardo”. Porto sicuro naturale, ospitava un tempietto circondato si dice, di ulivi benedetti. Inoltre nel lontano 1533 salvò l’imperatore Carlo V da una terribile tempesta. La sabbia che lo circonda è bianchissima e il mare turchese. Uno spettacolo! Per essere in pendant con questo scoglio fanno per voi i preziosi “Perla Conchiglia”.
    Scoglio san Leonardo
    CONCHIGLIA PERLA GRIGIO 1
  10. Fanalino di coda è la spiaggia di granelli di quarzo colorato, “Is Aruttas” a Cabras, vicino Oristano. Non resisterete al suo fascino specie se siete pratici di snorkeling, kite surf e windsurf. Per questo indossate orecchini colorati ma semplici, i “Pepita”, a lobo, dal design raffinato.
    is Arittas
    PEPITA AZZURRO CIELO 1

A voi la scelta e buone vacanze!

 

P.S. scoprite outfit perfetto da abbinare alla spiaggia che avete scelto!  https://blog.vrikdesign.com/tendenze-i-costumi-dellestate-2017/

 


Caterina Gildoni
Luglio 19, 2017
kit-bassa-1280x923.jpg

Weekend fuori porta? Molto spesso, specialmente nella bella stagione, per staccare la spina dalla routine e godersi i tanto attesi sabato e domenica, si parte. Il lunedì mattina a volte, quando suona la sveglia, il venerdì sera sembra un miraggio, ancora tanto lontano.

Per assaporarne la gioia prima del suo arrivo, tenete a mente questi consigli per preparare la valigia perfetta, per passare un weekend perfetto.
1. Per prima cosa, fate attenzione a quale valigia fa per voi. Il borsone è sicuramente più di moda, si può anche personalizzare, ma se avete intenzione di portare abiti di lino, cotone e soprattutto camicie, non è proprio adatto. I vestiti si sgualciscono molto facilmente. È adatto invece se pensate di portare via abiti di jeans e molto easy. È fondamentale non riempirlo troppo: saranno le vostre spalle a doverlo portare, non fatele soffrire. Il compagno di viaggio ideale è sicuramente il trolley, quattro ruote, dalle dimensioni che le principali compagnie aeree richiedono per il bagaglio a mano: 55 cm altezza, 35 cm larghezza, 25cm spessore. Pratico e super maneggevole. Se ha una tasca davanti è ancora più comodo, potete metterci il tablet, un bel libro o un giornale da sfogliare durante il viaggio. Consigliatissimo, a meno che non abbiate deciso di andare a scalare qualche montagna. In questo caso dotatevi di uno zaino con capienza intorno ai 40-50 litri.

bag
bag
bag

2. Anche se viaggiate tantissimo, non sottovalutate la famosa lista (non della spesa!). Se non usate l’agenda cartacea, ma le note del cellulare o siete soliti ricordarvi i “to do” con i promemoria, scrivetene una lì, con il necessario. Appuntatevi proprio quello che è indispensabile e di vitale importanza per voi, in modo che la possiate adattare a tutti i luoghi che deciderete di esplorare, sia in estate che in inverno. Non ve ne pentirete, perché anche a chi ha una memoria di ferro può capitare di dimenticarsi qualcosa, vi assicuro che non è piacevole!

Weekendlist

3. Preparate con cura il beauty, è il segreto per un weekend tranquillo e rilassante. Metteteci cerotti, ago e filo, fazzoletti di carta e umidificati, burro di cacao, un piccolo set manicure, qualche aspirina e antinevralgici, il mal di testa è sempre in agguato! Fondotinta, cipria, matita, temperino, rimmel, blush (e rossetto se siete fashion addicted) per il make-up del weekend non possono assolutamente mancare. Se non andrete in hotel, occorrono docciaschiuma, shampoo, dentrificio e spazzolino da denti in versione da viaggio. Non rinunciate mai alle creme. Rispolverate vecchi campioncini o se non ne avete mette la quantità che è accettata anche nel bagaglio a mano (sotto i 100 ml) in piccoli vasettini fai te. Se lasciate a casa il profumo, portate un buon deodorante che possa farvi stare freschi tutta la giornata.
4. Non mettete in valigia tutto l’armadio, non serve! Pensate piuttosto a degli outfit, studiateli in base al luogo che visiterete. Non possono mancare: un paio di jeans, una camicia bianca, a righe o con i fiori, un abitino nero o colorato e un maglioncino da poter indossare in casa di abbassamento delle temperatura dopo il tramonto del sole. Una sciarpa o un foulard sono i migliori alleati per combattere il vento che spesso si alza all’improvviso e scombina i piani: non permetteteglielo. L’ideale è posizionare nella parte più bassa della valigia gli indumenti più pesanti e in alto quelli più leggeri. Una semplice cintura può rendere versatili abiti e camicie, portatela, insieme ad un bel paio di orecchini. Renderanno il vostro look unico e originale. Se optate per outfit dai colori tenui o monocolor, osate con Stella Marina, se il weekend sarà al mare, Ananas se andrete a visitare una città ma non mancherà un aperitivo, Margherita se invece dopo una scalata vi riposerete in un bel prato fiorito di montagna.

STELLA3.1
ANA.2
BIANCO 01

5. Le migliori scarpe per il weekend sono ovviamente le sneaker. Se le avete portatele bianche, sono perfette per tutti gli outfit, sia casual che più eleganti. Se il viaggio è lungo, indossatele. Portate anche un paio di infradito o ciabattine, da usare anche in hotel o nel luogo in cui dormirete e un sandalo basso, gioiello, colorato o con i pon pon, da abbinare sia a jeans e maglietta sia ad un abitino.

6. Passando alla tecnologia, occorre menzionare i caricabatterie del cellulare, se lo avete anche quello portatile esterno, una fotocamera o una reflex, se siete appassionati di fotografie. Sicuramente non mancherà occasione di postare qualche foto del weekend su Instagram o Facebook. Anche un paio di cuffiette per ascoltare un po’ di musica potrebbero servire.
7. Occhiali da sole, ombrello e impermeabile da borsetta: fondamentali!

 

Scoprite outfit perfetto per un weekend perfetto https://blog.vrikdesign.com/tendenze-i-costumi-dellestate-2017/


Caterina Gildoni
Luglio 7, 2017

Il caldo è tornato e ci sono ancora diversi giorni che ci separano dalle vacanze. Non vorremmo altro che tanto relax e anche tanto sole, ma di certo fuori dall’ufficio e lontano da scrivanie ancora piene di cose da fare, post-it e promemoria e da agende che scoppiano. Ecco come sentirsi stilose anche in questi ultimi giorni di lavoro!

Per resistere a queste temperature tropicali e presentarsi in ufficio stilose e raffinate, occorrono gli outfit giusti, per essere al tempo stesso comode e formali, mai troppo casual o sexy.

  • La camicia di lino è un must. Optate per la classica bianca o sui toni dell’azzurro chiaro, con o senza colletto. Si può indossare sopra ad una bella gonna ampia, plissettata o dritta e semplice, midi, appena sopra il ginocchio blu, rosa cipria, verde acqua o a righe. Il caldo non vi tedierà più di tanto, perché si sa il lino è un tessuto nobile, traspira, assorbe l’umidità e mantiene la pelle fresca. Un segreto per mantenerla sempre come nuova: lavatela in acqua tiepida, con sapone neutro e asciugatela avvolta in un telo di spugna. Dato che ogni estate è più caldo, vi potrebbe servire anche per il prossimo anno! Abbinate sandali con mezzo tacco, largo e medio, colorati. Se avete le caviglie sottili, scegliete quelli con cavigliera, di indiscussa tendenza in questo momento e molto chic.

 

camicia di lino bianca
gonna plisse
sandalo mezzo tacco

 

  • Se le gonne non fanno proprio per voi, abbiamo una soluzione: il completo pendant. Top e pantaloni coordinati, vi faranno fare un figurone anche ai meeting più importanti e alle riunioni più impegnative. Se la giornata che vi aspetta è lunga e stressante, al mattino, davanti allo specchio ripetete più volte “Yes, I can” e aiutatevi con i colori e le fantasie giuste: fiori piccoli e gingham rosso e bianco. Completate l’outfit con una borsa a secchiello, rosa per la prima fantasia, rossa per la seconda e un paio di dècolleté alte, neutre, color nude, meglio se poco accollate e a punta.
gigham fantasia
gingham elegante
gigham

 

  • Non rinunciate agli evergreen: agli abitini. Rispolverate quelli bianchi dopo il weekend al mare o al lago, per sfoggiare la prima tintarella, a quelli blu, un po’ seriosi, abbinate un paio di sandali bassi gioiello o di mocassini, il venerdì (ammesso che nel vostro ufficio si rispetti la regola British del casual Friday), altrimenti delle ballerine rosse. Mettete in borsa un foulard colorato, con fantasie geometriche. Non vi proteggerà solo dall’aria condizionata no-stop , ma renderà anche il vostro outfit unico, raffinato e stilose. Non esagerate con scollature o abiti troppo corti, meglio se leggermente sopra al ginocchio e con le maniche corte.
oufit ufficio
abitino
sandalo mezzo tacco 1

Prestate attenzione alla manicure, l’ideale è color nude o rosa pallido e agli accessori, che fanno in ogni stagione la differenza. Preferite a collane pesanti e che spesso ci fanno sudare, i nuovissimi orecchini firmati Vrik: i preziosi. A clip americana, con cabochon in vetro e pendente in pla: leggerissimi. Risaltate le loro forme e i loro dettagli raccogliendo i capelli in semplici code basse, anche laterali o chignon un po’ spettinati, aiutatevi con un elastico robusto, senza forcine o lacca, soffrirete meno il caldo ma sarete stilose.

StiloseClessidraAzzurra

 

Scoprite la outfit perfetto per la vostra estate

Tendenze: i costumi dell’estate 2017


CHI SIAMO

Vrinda Da Sacco e Riccardo Madini sono due giovani designer italiani, partner nella vita e nel lavoro, laureati in Architettura degli Interni e con diploma post Laura in Interaction Design.

CONTATTI

CONTATTI